Prendiamo atto con sommo gaudio del generoso e disinteressato suggerimento che il Movimento Rete ha inteso dare a Sinistra Socialista Democratica: siamo lieti che nonostante la sua progressiva e sempre più evidente marcia di avvicinamento verso la Democrazia Cristiana, trovi comunque il tempo di preoccuparsi  di quale debba essere il ruolo della Sinistra.

In questa stucchevole dissertazione non poteva non salire in cattedra anche il Movimento Democratico, quello che alle ultime elezioni si presentò dichiarandosi orgogliosamente “senza una precisa identità” in quanto collettore di persone con precedenti esperienze tanto a destra quanto a sinistra. Per loro il compito della Sinistra pare essere quello di favoleggiare i più incredibili complotti da raccontare a ciclo continuo per sopperire alle carenze della propria proposta politica, riducendosi così a non essere altro che la microriproduzione del suo alleato.

Ci preme rassicurare tutti i cittadini che le nostre idee in proposito sono ben chiare: quello che abbiamo in mente da sempre, e che stiamo cercando di realizzare nonostante le tante difficoltà, è l’interesse della Repubblica e della collettività che si concretizza non certamente con la “decrescita”, che si tradurrebbe in un impoverimento generale, bensì  migliorando lo stato dei conti pubblici in modo da potere essere accreditati a livello internazionale come un Paese solido ed affidabile per chi desidera investire a San Marino, dando così impulso ad una nuova fase di sviluppo e di nuova occupazione.

Abbiamo inoltre a cuore la tutela dei risparmi dei Sammarinesi attraverso la messa in sicurezza del sistema bancario a partire da Cassa di Risparmio, patrimonio di tutta la collettività e non più solo di alcuni come avveniva in passato, perché l’interesse dei lavoratori e delle loro famiglie lo si ottiene garantendo la sicurezza dei loro depositi bancari, frutto dei sacrifici e del lavoro di ciascuno.

A differenza di Rete, che assieme a molti altri dell’opposizione ha votato contro alle azioni di responsabilità, noi abbiamo interesse ad andare a fare piena luce su chi ha creato il dissesto in Cassa di Risparmio caricando su tutti noi Sammarinesi i costi del suo risanamento, perché è giusto che chi ha sbagliato sia chiamato a pagare senza sconti e senza che vi sia alcuna impunità verso chi ancora conta appoggi in qualche parte politica.

Fa sorridere, infine, che il movimento di opposizione si preoccupi persino della nostra collocazione a livello europeo, ritenendo di potere dare le pagelle alle varie famiglie della sinistra europea, anziché preoccuparsi delle uscite di qualche suo esponente in cerca di protagonismo che non paiono del tutto aderenti ai valori di tolleranza della sinistra a cui fa riferimento.

Ricordiamo un proverbio che dice: “Non sappia la destra ciò che fa la sinistra”, ma non ne ricordiamo uno che reciti “Dica la destra ciò che deve fare la sinistra”. A noi chi pretende di dettare la linea non solo alla propria coalizione ma anche agli avversari, fa venire alla memoria tempi cupi e metodi non propriamente di Sinistra. Sarà per questo che ci sentiamo di ringraziare per il gentile pensiero, ma riteniamo che sia meglio che ciascuno pensi a fare la propria parte senza debordare in ruoli non propri in quanto lontani ed estranei.

Sinistra Socialista Democratica