stralcio dell’intervento di Vanessa D’Ambrosio:

“Quando una donna, quando una famiglia, si trovano di fronte alla scelta di interrompere una gravidanza non gioca a carte, non fa una briscola e chi vince decide “si” o  “no”! è una scelta difficile, quindi l’approccio deve essere improntato sulla dignità della persona! nelle sue scelte, nell’accompagnarlo nelle sue scelte e di supportarlo. Lo Stato deve dare risposte in questo e non può abbassarsi al “sono favorevole” o “sono contrario”. Io come Stato mi devo porre sopra e devo dare la possibilità a chi è contrario di non accedere al servizio e invece chi si trova nelle condizioni di dover accedere, di poterlo fare nella piena e totale sicurezza e tutela.”