Oggi si svolge la tredicesima edizione di “M’illumino di meno” dedicata al risparmio energetico.

A San Marino da diversi anni viene spenta l’illuminazione delle tre torri come gesto simbolico di risparmio energetico.

Durante questi 13 anni tante cose sono cambiate nel mondo dell’energia.

La sensibilità e la consapevolezza circa la necessità di un consumo consapevole, di una diminuzione dei consumi è molto aumentata, grazie alle campagne di informazione.

Importante è stata la diffusione di sistemi per la produzione verde dell’energia, dalle ormai conosciutissime  fonti rinnovabili: acqua, sole, vento, biomasse, forza delle onde del mare.

La ricerca scientifica in questo ambito è quanto mai vivace e fertile, avanzata è la ricerca sulla produzione di energia dall’ idrogeno, ma anche dalla variazione del campo magnetico con la produzione di energia da un generatore di corrente magnetico, presentato per la prima volta al salone degli inventori di Ginevra nel 2013.

San Marino è riuscito a conquistare il quarto posto nel mondo in termini di generazione di energia pulita fotovoltaica pro capite, in rapporto fra potenza installata e popolazione, un risultato importante ottenuto grazie a una politica lungimirante che attraverso gli incentivi ha favorito  l’installazione di fotovoltaici per rendere le case private indipendenti da gas ed elettricità da fonti fossili.

Inoltre San Marino è l’unico paese al mondo dove è possibile realizzare impianti fotovoltaici a distanza, per famiglie che vivono in condomini e non hanno disponibilità di superfici di copertura sulle quali installare i pannelli, come approvato recentemente nelle modifiche del “Codice ambientale”.

Oggi tutti quanti saranno invitati a spegnere le luci nelle case, come gesto di condivisione contro lo spreco delle risorse. Sarebbe anche molto interessante se in quella giornata si facesse particolare attenzione ad attivare comportamenti contro gli sprechi.

Caterpillar invita a condiVivere, dando un passaggio in auto ai colleghi, organizzando una cena collettiva,  in generale condividendo la proprie risorse come gesto concreto anti spreco e motore di socialità.

Dal 2018 la giornata del 24 febbraio diventerà “Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili”, perché M’illumino di meno è cresciuta negli anni ed è giusto che abbia un maggiore riconoscimento.

 

Sinistra Socialista Democratica