Sinistra Socialista Democratica intende sottolineare la stima e l’assoluta fiducia nella figura e nell’operato di Federico Crescentini, Presidente dell’Azienda Autonoma di Stato per i Servizi Pubblici e lo invita a riflettere in modo approfondito rispetto all’ipotesi, fortunatamente non confermata, di rassegnare le dimissioni dall’incarico che svolge con competenza, senso di responsabilità, equilibrio e grande onestà.

Alcune sfide cruciali per il futuro del nostro Paese richiedono il supporto dell’AASS nel campo dell’equità della distribuzione di servizi essenziali per la vita dei cittadini, della gestione competente delle ingenti risorse umane e materiali che riguardano l’erogazione delle fonti di energia, il ciclo delle acque e la relativa tutela dell’ambiente, la raccolta dei rifiuti e la organizzazione dei trasporti.

La sfida ulteriore su cui si stanno impegnando l’AASS e il Governo, con il coinvolgimento delle forze politiche, in questo frangente è quella di dare al Paese una rete moderna e efficiente per garantire le telecomunicazioni e la loro capacità di tenersi al passo con i continui progressi che la tecnologia imprime.

Oggi le TLC sono importanti quanto o forse più delle vie di comunicazione nel ‘900, i Paesi capaci di stare al passo con i continui progressi sia delle strumentazioni tecniche che dei programmi e delle modalità d’uso delle stesse, crescono economicamente e socialmente di più di quelli che segnano il passo: questo significa   sviluppo per tutti e in particolare per le aziende che già operano sul territorio, impiegando numerose professionalità che verranno tutelate in un’ottica di crescente valorizzazione e alle quali va la nostra più completa solidarietà.

Il principio che si sta affermando con decisione riguarda la possibilità dello Stato di essere il proprietario delle reti di Tlc, dando ai gestori il diritto di erogare servizi e tecnologie alle condizioni e prezzi che portano grande beneficio per gli utenti.

L’AASS è uno dei principali protagonisti di questa grande trasformazione in atto e il Presidente Crescentini sta dando su questo complesso fronte, il massimo contributo.

La sua presenza alla guida dell’ente è quindi indispensabile per assicurare al Paese la necessaria spinta per affrontare la sfida e vincerla, assicurando tra l’altro all’AASS un ruolo guida in un settore strategico e quindi portando a favore di un’azienda pubblica una forte valorizzazione patrimoniale.

Con questo spirito SSD non solo conferma piena e totale fiducia a Federico Crescentini, ma gli chiede di continuare a dare il proprio contributo come Presidente dell’AASS per il bene dell’intera collettività sammarinese.