A questo punto del dibattito credo non sia necessario un lungo intervento che poi finirebbe col ribadire molti dei concetti espressi fino ad ora. Quindi mi limiterò a fare alcune osservazioni, col tentativo di porre l’attenzione su alcuni argomenti in particolare.

Ho letto più volte il Report del FMI e, devo dire la verità, certamente fanno una foto assolutamente obiettiva e asettica (come è loro stile) della attuale situazione economica e finanziaria del nostro Paese. E chiaramente non descrivono una situazione positiva, come era logico aspettarsi. Ma allo stesso tempo non ho visto delle fortissime critiche, nello specifico, all’operato di questo governo. Anzi in alcuni tratti mi sembra che la critica fatta al governo sia quella di non essere stato ancora sufficientemente incisivo nello svolgimento della propria azione.

Si tratta, dunque, di un invito del FMI al nostro governo di dare una forte accelerazione al percorso intrapreso. Sicuramente il processo di messa in sicurezza del settore bancario è auspicabile che venga completato quanto prima. Fermo restando che si è trattato di una operazione fondamentale, non più rinviabile, per poter far ripartire da una nuova certezza l’economia del Paese.

Certamente vanno affrontate e portate a termine delle importanti riforme, come ad esempio quella del Sistema Pensionistico, oppure quella delle Imposte Indirette.

Dunque vi è la necessità di portare a compimento tutti quei progetti che le varie Segreterie, ciascuna per le proprie competenze, stanno portando avanti. E qui l’elenco può essere abbastanza lungo:

  • Sportello Unico per le Imprese
  • Agenzia per lo Sviluppo
  • Il nuovo PRG, che darà al nostro territorio una nuova immagine, una nuova vivibilità più a dimensione umana
  • Un progetto all’avanguardia in grado di modernizzare il nostro sistema di TLC, con un partner leader mondiale come ZTE

Solo per dirne alcuni, poi ce ne sono molti altri, che apparentemente possono sembrare minori ma non lo sono affatto, in quanto saranno in grado di dare al nostro paese un volto diverso e più attrattivo:

  • Nuovo Polo Scolastico
  • Nuovo Polo Uffici di Valdragone
  • Galleria d’Arte Moderna
  • Messa in sicurezza su vulnerabilità sismica Ospedale di Stato
  • Nuova Politica Congressuale

Tutto ciò fa parte di una strategia complessiva che questo esecutivo e questa maggioranza hanno bene in mente. Ma soprattutto siamo determinati a perseguire.

(Rispondendo al Cons. Gianmatteo Zeppa) Io non mi sento un ciarlatano, né un fascistoide, non sono un criminale e nemmeno un ingenuo. Io sono d’accordo con il Cons. Teodoro Lonfernini quando afferma che in questo Paese c’è necessità di maturità. Assolutamente d’accordo. Ma questa maturità deve essere solo di governo e maggioranza? Non credo proprio. Credo che tutti, almeno in questa aula, dovrebbero darne dimostrazione. Noi siamo lo specchio del Paese e abbiamo la responsabilità di portare un messaggio alla Cittadinanza. E non è con il disfattismo, con il populismo o con il terrorismo mediatico, ancor peggio con gli insulti, che possiamo sperare di salvare il nostro Paese.

Se è vero che la situazione è molto complicata e difficile, è altrettanto vero che abbiamo mezzi, idee e risorse per poterci risollevare. E creando, soprattutto, un giusto clima di consapevolezza nel Paese sarà possibile raggiungere questi importanti obiettivi.

 

Fabrizio Francioni