San Marino, lì 23 febbraio 2017

 

Grazie Eccellenza.

 

Colleghi Consiglieri,

 

come sappiamo bene le problematiche in merito alle telecomunicazioni rappresentano una tematica molto sentita dalla cittadinanza.

 

Pertanto è necessario intraprendere nel breve termine immediate soluzioni tese alla risoluzione dell’annoso problema.

 

Una linea telefonica inefficiente (ovvero telefoni che non funzionano e internet lento),  sono un grave limite per lo sviluppo di un paese ed è per questo che voglio esprimere tutto il mio sostegno, insieme ai colleghi di maggioranza, alla Segreteria Economica che in maniera opportuna e puntuale si è messa immediatamente al lavoro (nel rispetto del programma di Governo).

 

Com’è noto, la situazione attuale è del tutto inaccettabile! Non possiamo nemmeno definirla situazione da terzo mondo…

 

E, permettetemi di dire, che la situazione delle TLC rispecchia la gestione generale del Paese. Rispecchia la scarsa lungimiranza dei governi e della politica del passato.
Non per fare polemica e non voglio fare riferimento alle questioni giudiziarie, ma voglio riferirmi all’incapacità di queste persone! Il fatto di non aver investito, anzi abbandonato, settore strategico come quello rappresentato dalle TLC, ci fa capire il livello di inadeguatezza della classe politica che ha governato nel passato e nel recente passato.

 

Ora ci dobbiamo mettere al lavoro per trovare la migliore soluzione possibile che permetta a San Marino e agli imprenditori sammarinesi di raggiungere alti livelli di competitività in scala internazionale in termini di funzionamento.

 

Dobbiamo altresì lavorare con il preciso obiettivo di raggiungere alti livelli di competitività, in grado di confrontarci con le eccellenze  del mercato globale in termini di costi di gestione, perché sappiamo benissimo che l’aspetto relativo ai costi dei servizi sono un fattore importantissimo per gli investitori, ma anche per i consumatori privati che devono avere la possibilità di usufruire della concorrenza di mercato.

 

Però, detto ciò, mi preme sottolineare un altro aspetto:

per trovare la migliore soluzione, non dobbiamo tenere in considerazione solamente  l’aspetto legato al corretto funzionamento….., non dobbiamo tenere solamente in considerazione l’aspetto economico necessario per la realizzazione….., aggiungo anche che non dobbiamo tenere solamente in considerazione l’impatto paesaggistico di queste strutture che dovremo realizzare…… ma bensì dobbiamo tenere in principale considerazione la salute dei cittadini.

 

Questo deve essere il principale fattore per determinare la giusta scelta.

 

Sappiamo, ed è stato dimostrato, che l’inquinamento elettromagnetico è molto pericoloso per la salute delle persone, ed è per questo che pongo l’attenzione in particolare su questo punto.

Non sono un tecnico di telecomunicazioni e pertanto non mi voglio addentrare in tecnicismi e o in argomenti particolarmente tecnici di cui non possiedo le necessarie competenze.

 

Però, come si evince dagli studi messi a disposizione,   è emerso in maniera inequivocabile  che un telefonino che ha scarsa ricezione – quindi che ha poco campo – produce emissioni elettromagnetiche molto più forti rispetto ad un telefonino con buona ricezione.

 

Quindi, per capirci,  oggi i sammarinesi stanno subendo una carica elettromagnetica molto più pesante rispetto ai residenti di Rimini per esempio.

 

Dagli stessi dati si evince che pali alti sono sicuramente meno dannosi rispetto a pali più bassi o alle cosiddette MICROCELLE, perché, con i pali più alti, le onde elettromagnetiche viaggiano ad altezze superiori e pertanto hanno un minore impatto sulla persona.

 

E’ chiaro che un traliccio più alto e più grosso, e quindi di maggiore impatto ambientale, risulta peggiorativo  in termini paesaggistici.

 

Ma ribadisco, non deve essere questo il principale criterio di scelta.

 

Per maggiore comprensione -anche per chi ci ascolta-  Vi do solamente questo dato: il limite dei valori dei campi elettromagnetici, affinchè non nuocciano, è fissato in 6 V/M. Bene, una misurazione ai piedi del traliccio, quindi ai piedi dell’antenna, il campo magnetico prodotto è risultato di 3 V/M (la metà della predetta soglia di sicurezza).

 

Questo è il risultato su cui dobbiamo lavorare. A prescindere che necessiti un traliccio più alto o più grosso, questi devono essere argomenti di secondaria importanza e soprattutto chiedo a tutti che non siano argomenti oggetto di strumentalizzazione politica.

 

Sotto questo aspetto dobbiamo avere tutti grandissima responsabilità.

 

Concludo ricordando che siamo qui per fare gli interessi dei sammarinesi e senza dubbio il principale interesse dei sammarinesi è la loro salute.

E’ per questo che ribadisco il mio totale appoggio al Governo per questo tipo di investimento e invito tutta l’Aula – senza distinzione di colore – a tenere in profonda considerazione l’aspetto relativo alla tutela della salute dei sammarinesi.

Grazie

 

Alessandro Bevitori

Consigliere SSD