Sinistra Socialista Democratica – come ben sapete – si è sempre fatta portatrice della speranza di vedere tutte le forze riformiste unite sotto lo stesso tetto, dando seguito a quel Tavolo Riformista avviato nel 2015, nato da una brillante iniziativa dei dirigenti dei partiti di allora.

Con orgoglio, oggi possiamo affermare che SSD rappresenta oggettivamente il traino di questo ambizioso progetto e ne è l’indispensabile forza motrice intorno alla quale si sono avvicinate altre forze della nostra area politica di riferimento.

La lista elettorale LIBERA, di cui SSD è componente maggioritaria e imprescindibile, sta lavorando in completa sintonia con le altre sigle che la compongono dal momento della sua nascita.

Il nostro Partito assieme a Civico 10, Riforme e Sviluppo e Movimento Ideali Socialisti, ha dato una prima generosa e concreta risposta al vuoto di programmazione e mancanza di prospettiva che lo scenario politico sta dando a tutto il popolo della Sinistra Sammarinese.

LIBERA anche fuori dal Consiglio Grande e Generale sta lavorando caparbiamente e sta dando un contributo determinante fatto di proposte sostenibili, improntate alla difesa dei più deboli e delle minoranze, all’equità e alla giustizia sociale.

 

La terribile pandemia che ci ha colpito in questi mesi e la conseguente emergenza sanitaria ha costretto la nostra Repubblica e tutta la cittadinanza a modificare le proprie abitudini e i propri stili di vita.

Anche il nostro Partito è stato costretto a rinviare la celebrazione del suo secondo congresso già fissato per il 14 Marzo scorso, che aveva tra i suoi compiti certamente un’analisi delle ultime elezioni, ma soprattutto una conferma della linea intrapresa.

Tuttavia, anche per quanto emerso nell’ultima riunione del Consiglio Direttivo svolta il 15 maggio scorso in via telematica, ad oggi è evidente l’impossibilità di poter celebrare la nostra assise garantendone la sicurezza, ma soprattutto il pieno coinvolgimento di tutta la nostra preziosa base e di tutti i Compagni che hanno sostenuto il Partito nelle comuni battaglie e non da ultimo durante l’ultima campagna elettorale.

Noi crediamo fortemente, in linea con i principi fondativi di SSD ed in perfetta osservanza della mozione conclusiva del Congresso Fondativo del novembre 2017 e della mozione conclusiva dell’Assemblea congressuale del novembre 2018, che il percorso da noi tutti assieme intrapreso debba essere ulteriormente consolidato per poter coordinare e supportare il gruppo consigliare e per far sì che la nostra azione sia sempre più incisiva e concreta.

E’ giunto il momento che anche il gruppo consiliare, che sta svolgendo il proprio compito al meglio nella difficile condizione di non avere ancora un’unica propria struttura di riferimento, sia messo nelle condizioni di lavorare con il sostegno di un’unica grande organizzazione che ne diriga la sua azione e che lo supporti nelle proposte coerenti con i nostri valori e ideali.

I membri del gruppo consigliare di SSD prima, e l’intero gruppo consigliare di LIBERA nella sua totalità poi, hanno pienamente condiviso la necessità e l’opportunità di avviare al più presto questa organizzazione comune con il coinvolgimento delle rispettive basi.

A tal proposito, abbiamo piena consapevolezza che la bontà del grande progetto riformista rispecchi la volontà di tutti i nostri Compagni che hanno creduto sin da subito nel sogno di vedere un grande Partito riunificato e portatore delle migliori esperienze della Sinistra Sammarinese.

Per questo motivo noi sottoscritti, Presidente e Segretario, ci teniamo a ringraziare i tanti Compagni che ci hanno dato fiducia e che, anche attraverso tanti messaggi di vicinanza e di stima, sono stati la vera forza nel proseguire con convinzione il progetto riformista di LIBERA.

Pertanto riteniamo non più rimandabile l’apertura di una fase costituente che porti, nei tempi e nei modi che le singole componenti vorranno stabilire, alla creazione di un nuovo soggetto unitario, rappresentativo della Sinistra Sammarinese, dei suoi valori e della sua Gente.