Domenica 3 dicembre è la Giornata Internazionale delle persone con disabilità e noi di Sinistra Socialista Democratica vogliamo confermare, ancora una volta, la nostra attenzione ai processi di integrazione da mettere in campo a sostegno della disabilità per una piena inclusione e per garantire i diritti della persona disabile a vivere una vita piena e indipendente.

 

La Convenzione ONU per i diritti delle persone con disabilità parla chiaro ed è uno strumento concreto che consente di combattere le discriminazioni e le violazioni dei diritti umani: il mondo, tutto, deve garantire i diritti di uguaglianza e di inclusione sociale di tutti i cittadini con disabilità.

 

La disabilità non è una diversità, ma una condizione di vita. Ogni individuo è diverso dall’altro senza che per questo venga meno il valore o possa significare essere in una condizione di inferiorità. La disabilità non è un nemico da sconfiggere, ma una sfida da cogliere per mettersi in gioco – come singolo e come comunità- ogni giorno.

 

La diversità è una ricchezza: questa è l’unica certezza, dalla quale bisogna partire per sostenere sempre – e a tutti i livelli – i diritti di ognuno di noi. Siamo tutti uguali.

 

La sfida da vincere è quella di inserire ed integrare la persona con disabilità nel contesto della quotidianità e quindi della normalità. Per questo, la società tutta deve essere parte attiva: dobbiamo combattere lo stigma della disabilità come peso per la società.

Sempre più forte è la necessità di sostegni precoci, a partire dalla nascita: un progetto globale di vita a supporto di ogni attore: bambini e genitori, tutta la famiglia.

I diritti devono essere tutelati su ogni fronte: salute, scuola, lavoro, autodeterminazione, relazioni personali: solo con un’azione globale, assicurando tutte le sfere dentro a un parallelepipedo protettivo, verrà garantita una vita indipendente.

 

Sinistra Socialista Democratica è convinta che l’approccio più giusto sia quello di lavorare affinché le disabilità, le imperfezioni, le fragilità umane facciamo parte di questo mondo. Non dobbiamo rischiare di creare noi stessi una disabilità ai nostri figli, privandoli di esperienze basilari, come il contatto con l’altro perché questo è il vero tesoro dell’avventura umana.

 

 

Sinistra Socialista Democratica