Nella serata di ieri, mercoledì 11 gennaio 2017, Sinistra Socialista Democratica si è incontrata per delineare le prossime tappe che prevedono di strutturare progressivamente quella che è nata come la lista unica di SSD, dando ad essa un’organizzazione unitaria, come peraltro si sta già facendo sin dalla sua nascita.

Quindi le tappe: la designazione di un Comitato di Coordinamento e la formazione di gruppi di lavoro aperti a chiunque sia interessato a condividere le idee e la propria visione di società, favorendo la partecipazione e un percorso di adesione.

Il Coordinamento avrà il compito di essere dinamico, operativo, di supporto, di collegamento e di preparare l’Assemblea Organizzativa.

Durante l’Assemblea Organizzativa – che si collocherà nel mese di febbraio 2017 – si proporrà la costituzione di un consiglio direttivo che possa portare, nei dovuti tempi, alla nascita di un soggetto unico. “Non vogliamo fare passi affrettati e ledere le sensibilità di nessuno – fanno sapere da via delle Tamerici – ma vogliamo che il progetto di SSD possa crescere e consolidarsi. Siamo la prima forza della sinistra sammarinese, non dobbiamo dimenticarlo.”

I gruppi di lavoro saranno di impulso e di supporto sia al governo che al gruppo consiliare, senza però limitarsi alla contingenza ma alimentando quel fertile terreno culturale di sinistra in cui maturano i grandi progetti per migliorare il Paese.

Si è anche deciso di organizzare iniziative pubbliche di confronto e approfondimento, durante le quali sarà possibile sostenere il progetto di SSD, sia attraverso un’adesione vera e propria, sia attraverso la possibilità di partecipare ed essere aggiornati sulle attività svolte.

“Abbiamo gettato delle fondamenta solide, con un percorso ben preciso. Adesso costruiamo la casa e per farlo abbiamo bisogno del contributo di tutti.”
Il messaggio uscito dalla riunione di ieri sera conferma lo slogan adottato in campagna elettorale: Più UNITI. Più FORTI.

Sinistra Socialista Democratica