ORDINE Del Giorno
Il Consiglio Grande e Generale 
preso atto
dell’interesse mostrato dai concittadini sammarinesi in merito agli argomenti
riguardanti le tematiche del fine vita, della dichiarazione di morte cerebrale, del
testamento biologico, della donazione d’organo e dell’eutanasia, manifestata anche
attraverso l’Istanza d’Arengo

Con l’intento unico
della tutela della vita, del fine vita e della loro dignità, allo scopo di intraprendere un
percorso di istituzionalizzazione che tuteli e salvaguardi i percorsi delle cure palliative,
dal momento della diagnosi e prognosi infauste alla fase terminale di malattia;

impegna il governo
1. A definire le modalità operative da recepire nell’ambito delle Linee di Indirizzo Aziendali dell’ISS per il 2018, di un percorso delle cure palliative, identificando un adeguato spazio da adibire ad hospice, all’interno dell’istituto sicurezza sociale, con la disponibilità al confronto con gli specialisti competenti, parti sociali e associazioni, in grado di seguire il paziente e i suoi famigliari dalla prognosi infausta all’exitus;
2. AII’individuazione di un percorso normativo, anche interpellando il Comitato di Bioetica, che ricomprenda la tutela del cosiddetto “fine vita”, a cominciare dal riconoscimento del testamento biologico, alle norme e procedure di donazione/espianto d’organo in caso di morte cerebrale, all’accompagnamento farmacologico verso l’exitus;
3. AI potenziamento dei servizi territoriali e domiciliari per il paziente che necessiti di cure palliative, anche in sinergia con i servizi offerti dalle strutture di volontariato presenti in territorio