Foschi: “Queste condanne dimostrano che nessuno può essere al di sopra della legge”

SAN MARINO. In merito alla sentenza sul Conto Mazzini Ivan Foschi di Ssd, in passato Segretario di Stato alla Giustizia, ha postato un commento sul suo profilo Facebook. “Non è che provi piacere per il fatto che qualcuno vada in galera (seppure ci sia ancora l’Appello) – scrive Foschi -, però dal punto di vista politico e anche sociale queste condanne rappresentano un grande valore. Perché mostrano che nessuno può essere al di sopra della legge, confermando quello che insegniamo ai nostri figli quando diciamo che chi sbaglia deve pagare. Certo, rappresentano anche una sorta di gratificazione personale, un riconoscimento per quelli come me che hanno sempre creduto in una politica onesta, quando assieme a pochi altri (sfigati, visionari, giustizialisti…), abbiamo avuto il coraggio di andare controcorrente negli anni in cui questi personaggi erano osannati, leader incontrastati di partito e di governo grazie alle numerose preferenze che ogni volta incassavano, nonostante le denunce che facevamo rimanendo sempre inascoltati. Già, oggi è troppo facile dire che ‘nessuno sapeva’… come a lavarsi la coscienza per avere abboccato alle lusinghe di chi mostrava un benessere con i piedi d’argilla. Qualcuno era in buona fede, qualcun altro no, poiché quel tipo di politica si reggeva sul voto di scambio, su favori, sprechi, posti pubblici inventati ad hoc, terreni resi magicamente edificabili, licenze e residenze concesse mai gratis.