Durante la sessione consiliare di lunedì 16 gennaio 2017, l’Aula ha discusso il decreto per prorogare gli incentivi per l’auto imprenditorialità.

Partendo dal dato positivo, che consiste in un numero sempre maggiore di persone che scelgono di accedere a questo servizio, la volontà del Governo e della maggioranza è stato quello di incentivare maggiormente questo strumento nell’ottica di promozione e sviluppo dell’iniziativa imprenditoriale privata di sammarinesi e residenti e, non di secondaria importanza, dare l’opportunità a tutti i disoccupati di accedere a questo strumento.

Sostanzialmente prima la norma prevedeva che soltanto chi prendeva la mobilità poteva godere degli incentivi per l’autoimprenditorialità. Cioè la possibilità di vedersi anticipate, in caso di apertura di una impresa, le somme di cui avrebbe goduto rimanendo disoccupato: una sorta di “dote” per aprire una impresa ed il Decreto veniva prorogato di anno in anno.

Ora abbiamo esteso questa possibilità anche a chi gode di Indennità di Disoccupazione e, accogliendo un emendamento dell’opposizione, lo abbiamo reso permanente rendendo strutturale l’intervento dando maggiore certezza da un punto di vista normativo.

L’autoimprenditorialità va divulgata come una nuova opportunità, come una tra le possibili scelte di lavoro.

Tutto ciò deve necessariamente fondarsi su un coinvolgimento attivo delle istituzioni economiche, camera di commercio, scuola, cfp, incubatore d’impresa puntando in modo particolare sulla formazione. Oggi può ritenersi superato il vecchio detto secondo il quale “imprenditore si nasce e non si diventa”. L’imprenditorialità, si può, infatti, insegnare e migliorare, specialmente ai nostri giovani; educare all’imprenditorialità è possibile, anzi necessario.

Coalizione ADESSO.SM