Non vi è alcun dubbio, purtroppo, che da ormai un decennio circa il nostro sistema economico sia caduto in una profonda crisi dovuta a più fattori, sia interni che esterni. Certamente, nel corso degli anni, il sistema San Marino è andato sempre più nella direzione di una chiusura nei confronti di tutto ciò che proveniva dall’esterno. E questo atteggiamento di chiusura, perseguito per decenni, ha provocato problemi relazionali con l’esterno, non solo nel settore politico ma anche e soprattutto nei settori sociale ed economico.

Se anni fa il sistema San Marino poteva essere attrattivo per gli imprenditori provenienti dall’esterno, nel corso degli ultimi anni, soprattutto da quando sono decaduti i pilastri su cui si fondava il vecchio sistema, ha perso questa sua peculiarità. E questo, anche per il fatto che nel corso del tempo si sono andate a ratificare leggi e leggine, regole e norme, che con il loro susseguirsi e sovrapporsi sono andate a rendere sempre più difficoltoso l’accesso all’imprenditoria e il suo esercizio. Insomma, pur essendo un piccolo Stato, siamo riusciti ad affogarci in un mare di burocrazia.

Questo Decreto Delegato su “Statuto Agenzia dello Sviluppo –  Camera di Commercio S.p.a.” che oggi il Segretario Andrea Zafferani porta all’attenzione di questa aula, va proprio nella direzione di risolvere tutta quella serie di problematiche (alcune delle quali da me sopra elencate) che hanno soffocato e reso poco attrattivo il nostro sistema.

E’ molto importante sottolineare che L’Agenzia per lo Sviluppo avrà una impostazione prettamente di tipo professionale tesa alla promozione di San Marino all’estero, alla ricerca di nuovi investimenti, al supporto dell’impresa. Per far ciò si avvarrà non solo del lavoro di importanti figure professionali al proprio interno, ma anche del fattivo supporto del nostro Corpo Diplomatico e Consolare. Come non è mai stato fatto prima, verranno mostrate e pubblicizzate tutte le opportunità che il nostro sistema può offrire ad eventuali investitori. Sarà messo a punto un sito specifico dell’Agenzia per lo Sviluppo che sarà consultabile anche in lingua inglese.

L’Agenzia sarà il fulcro per la promozione di San Marino all’estero e sarà formata da due divisioni.

La prima sarà quella dell’Internazionalizzazione.

In questo caso all’Agenzia per lo Sviluppo sarà richiesto di aprire canali di promozione per il nostro paese all’estero. Quindi il personale dell’Agenzia, professionisti con parte della retribuzione legata ai risultati raggiunti, si dovrà occupare di dare forza ai contatti trovati dai diplomatici, per trovare investimenti esteri in grado di determinare nuova occupazione in territorio, nonché l’attuazione di importanti progetti di interesse internazionale. Non meno importante sarà la funzione di attrazione di flussi turistici che sarà attuata con le medesime attività che ho appena sopra descritto e con il coinvolgimento dei Tour Operator Internazionali.

L’altra divisione sarà la Camera di Commercio  che verrà alleggerita da funzioni prettamente burocratiche e guadagnerà in competenze nelle relazioni con gli imprenditori per far partire concretamente gli investimenti individuati dalla divisione dedita alla internazionalizzazione. Quindi metterà in contatto gli investitori con la Pubblica Amministrazione e con i professionisti e manterrà anche le funzioni di servizi per le imprese.

Questo provvedimento è un importante passo verso la direzione delle riforme strutturali di cui il nostro Paese necessita. Riforme che la coalizione Adesso.sm ha elaborato e sta elaborando per mettere in sicurezza e ridare slancio al settore socio economico.

Riforme che coinvolgeranno tutto il Paese, e alle quali ciascuno sarà chiamato a dare un proprio contributo. A partire dalla politica, a tutte le parti sociali, le associazioni datoriali e di categoria, e i cittadini tutti.

La Repubblica di San Marino è in una fase di vera e propria trasformazione e, quindi, di rinascita su nuovi presupposti. Trasparenza, economia virtuosa, dignità e riconoscimento a livello internazionale della propria Statualità.

Sono diverse le sfide che ci aspettano. Sfide importanti che dovranno portare alla realizzazione di un modello di sviluppo fondato su una economia reale; l’agenzia per lo sviluppo è sicuramente uno step fondamentale per il raggiungimento di un tale obiettivo.

Ma non possiamo dimenticare che saranno diverse le azioni che in questa legislatura dovranno essere portate avanti in maniera anche congiunta, garantendo comunque il principio di equità e il mantenimento dell’attuale stato sociale:

  • Definitiva messa in sicurezza del settore bancario;

  • Efficientamento della Pubblica Amministrazione da attuarsi attraverso una ottimizzazione delle risorse umane e una accurata spending review;

  • Riforma del sistema pensionistico;

  • Introduzione del sistema IVA sammarinese;

  • Prosecuzione della trattativa per il raggiungimento dell’accordo di Associazione di San Marino con l’Unione Europea.

E’ quindi importante che ciascuno si senta e sia effettivamente parte attiva di questo cambiamento e della nuova San Marino.